Gite sezionali 2024

La Sacra di San Michele è un pregevole complesso architettonico arroccato sulla vetta del monte Pirchiriano, all’imbocco della val di Susa, nella Città metropolitana di Torino, in Piemonte, nei territori dei comuni di Sant’Ambrogio di Torino e di Chiusa di San Michele, poco sopra la borgata San Pietro. È raggiungibile tramite una divertente via ferrata di moderata difficoltà, oppure, in alternativa, tramite comoda mulattiera lastricata che sarà poi la via di discesa anche per chi si è cimentato con la ferrata. La struttura, ubicata su un imponente basamento di 26 metri a 960 metri di altitudine s.l.m, affacciandosi dalla cima del monte Pirchiriano sul confine fra le Alpi Cozie e la Pianura Padana, è uno dei monumenti simbolo del Piemonte.

Itinerario

L’attacco è a S.Ambrogio di Torino prima del laghetto artificiale per la pesca, dove nei pressi si trova un cartello indicatore in legno e alcune funi gommate che pendono. Raggiunta la parete, la si costeggia verso destra fino ad un caratteristico avancorpo triangolare, all’inizio del quale è subito ben visibile il cavo metallico. La ferrata nella prima parte risale lo spigolo del Precipizio della Bell’Alda. Le roccette sopra l’attacco sono molto facili e percorribili (senza grossi rischi anche in libera). Poi leggermente a destra si attaccano i primi gradini di ferro ed in seguito 3 scale in successione e via via più esposte. Al termine delle scale finisce anche il primo salto. La ferrata va decisamente a destra con un tratto di 250m in leggera ascesa su sentiero attrezzato. Si continua a destra facendo il giro della montagna e si ricomincia ad arrampicare sul secondo risalto. Prima in traversata facile e poi via via più ripida si giunge ad una crestina e presso a dei tratti pianeggianti dopodichè si attacca una scala. Questa seconda parte è complessivamente meno impegnativa della prima. Arrivati in cima alla ferrata proseguire sempre a destra contornando l’antica Abbazia della Sacra, quindi discendere per uno scosceso sentiero che prosegue, dopo ripida discesa, a mezza costa e leggermente in salita a sinistra riporta sulla carrozzabile. Di qui si è in vista dell’entrata all’Abbazia -600m- e si può entrare a visitarla. Per la discesa attraversare la carrozzabile e proseguire sulla mulattiera che in circa un’ora vi porta alla piazza della chiesa di S.Ambrogio e di qui a sinistra all’auto.

Dettagli tecnici

  • Coordinatore di gita: Emilio Pina (cell. 334.2919594)
  • Collaboratori: Marco Riva
  • Luogo di ritrovo: parcheggio presso Sede CAI Via Indipendenza, 17 Calco
  • Orario di partenza: da definire
  • Punto di partenza: S. Ambrogio di Torino (400 m)
  • Punto di arrivo: Monte Pirchiriano (962 m)
  • Dislivello: 560 m
  • Ore di cammino: 3h 30m / 1h (A/R)
  • Difficoltà: EEA
  • Fatica: mf – f
  • Equipaggiamento: Casco, Kit da ferrata, imbrago
  • Mezzo di trasporto: pullman
  • Pranzo: al sacco
  • Carta: Torino, Pinerolo e Bassa Val di Susa, I.G.C: 1:50.000
  • Mappa online: OpenTopoMap

I partecipanti si impegnano a rispettare gli orari e ogni disposizione data dal coordinatore di gita e dai suoi collaboratori, adeguandosi alle loro indicazioni.

INFORMAZIONI: in sede, martedì e venerdì ore 21.00-23.00 – Tel. 039.2186933calco@cai.it