16 ottobre 2022 – Pietra di Bismantova (via Ferrata)

La Pietra di Bismantova, montagna sacra e quasi magica, si presenta come un enorme scoglio roccioso arenaceo di particolarissima conformazione a massiccio isolato di tipo calcarenite miocenica, sulla cui sommità si stende un vasto pianoro erboso di 12 ettari. È tra i simboli più conosciuti e apprezzati del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano.

11 settembre 2022 – Via dell’Acqua “Ils Lejins” (Engadina)

Lungo questa escursione circolare ai 6 lejins (laghetti in romancio) si potrà conoscere la straordinaria flora di alta quota e il paesaggio lacustre dell’Alta Engadina. I laghi cristallini contengono minerali e rocce dai quali derivano il loro nome.

6 novembre 2022 – Pizzo Marona e Rifugio Pian Cavallone (Val Grande)

È considerato la meta più classica dell’escursionismo verbanese per la sua facile accessibilità, tramite comodi sentieri, da diversi paesi della Valle Intrasca (Miazzina, Intragna, Caprezzo). Posto su un declivio soleggiato, a oltre 1500 metri di quota, è uno dei più bei balconi con vista sul Lago Maggiore, sulle esclusive aree selvagge del Parco Nazionale della Val Grande, sulla catena del Monte Rosa e sulle Alpi svizzere. Vista del Monte Rosa dal Pian Cavallone.

I nostri post su Facebook

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
27 Set 2022, 19:01
CAI Sezione di Calco

Sono aperte le iscrizioni per la ferrata della Pietra di Bismantova (Appennino Reggiano) del 16 ottobre.

Per chi volesse partecipare all’escursione, ma non volesse cimentarsi con la via ferrata, è prevista una salita alternativa per facile sentiero.

Chi invece volesse salire con la ferrata, ricordiamo che è obbligatorio dotarsi dell’attrezzatura obbligatoria e necessaria per affrontare questo tipo di percorsi, ovvero KIT FERRATA – CASCO – IMBRAGO IN CORSO DI VALIDITA’.

Per informazioni e adesioni presentarsi in sede il martedì o venerdì sera.

LA PIETRA DI BISMANTOVA
La Pietra di Bismantova, montagna sacra e quasi magica, si presenta come un enorme scoglio roccioso arenaceo di particolarissima conformazione a massiccio isolato di tipo calcarenite miocenica, sulla cui sommità si stende un vasto pianoro erboso di 12 ettari. È tra i simboli più conosciuti e apprezzati del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano.

Descrizione della salita: Dal piazzale salire la scalinata che porta all’Eremo ed imboccare il sentierino che scende verso desta con indicazioni per la ferrata. Si transita sotto l’Anfiteatro ed il Pilone Giallo superando uno stretto foro tra massi accatastati, poi oltrepassare la parete est arrivando al primo tratto attrezzato sotto lo Spigolo dei Nasi (10 min). Superare una ripida rampa e poi scendere sul lato opposto scalando un salto sporgente con laiuto di pioli. Il sentiero costeggia ancora la parete est in mezzo al bosco fino ad un nuovo sbarramento: scendere con passi atletici nel Buco del Sambuco attrezzato con cavetto e sbucare nellampia conca della Sassaia. Attraversarla e risalire verso sinistra (cartelli) fino alla base di una serie di diedri attrezzati con pioli e cavo metallico (30 min dal piazzale). Salire le prime rocce terrose (II) per raggiungere il cavo metallico poi salire tutto il lungo diedro con passi atletici e faticosi (alcuni pioli aiutano in punti un po’ viscidi) fino ad un terrazzo sotto un masso imbragato. Spostarsi a destra lungo un secondo diedro chiuso da diversi strapiombi che si superano grazie ai pioli (libro delle firme) fino ad una scala che adduce alla sommità (110 m, 40 min – 1,00h dalla base).
Discesa: Seguire la traccia in salita verso sinistra, poi verso destra. Attraversare un lungo prato fino ad incontrare il sentiero principale che scende verso ovest, dapprima con un tratto attrezzato, poi dolcemente aggirando le pareti della pietra fino al Rifugio della Pietra ed all’Eremo (30 min. dall’uscita).

Dettagli tecnici
• Coordinatore di gita: Giovanni Viganò (cell. 393.9199784)
• Quota max raggiunta: 1047 m
• Dislivello: 170 m
• Ore di cammino: 1h 45m / 1h 15m (A/R)
• Difficoltà: EEA / PD
• Fatica: mf
• Equipaggiamento: Da escursionismo adeguato alla stagione, casco, imbrago, kit ferrata
• Mezzo di trasporto: pulmann
... Leggi di piùLeggi di meno

Sono aperte le iscrizioni per la ferrata della Pietra di Bismantova (Appennino Reggiano) del 16 ottobre.

Per chi volesse partecipare all’escursione, ma non volesse cimentarsi con la via ferrata, è prevista una salita alternativa per facile sentiero.

Chi invece volesse salire con la ferrata, ricordiamo che è obbligatorio dotarsi dell’attrezzatura obbligatoria e necessaria per affrontare questo tipo di percorsi, ovvero KIT FERRATA – CASCO – IMBRAGO IN CORSO DI VALIDITA’.

Per informazioni e adesioni presentarsi in sede il martedì o venerdì sera.

LA PIETRA DI BISMANTOVA
La Pietra di Bismantova, montagna sacra e quasi magica, si presenta come un enorme scoglio roccioso arenaceo di particolarissima conformazione a massiccio isolato di tipo calcarenite miocenica, sulla cui sommità si stende un vasto pianoro erboso di 12 ettari. È tra i simboli più conosciuti e apprezzati del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano.

Descrizione della salita: Dal piazzale salire la scalinata che porta all’Eremo ed imboccare il sentierino che scende verso desta con indicazioni per la ferrata. Si transita sotto l’Anfiteatro ed il Pilone Giallo superando uno stretto foro tra massi accatastati, poi oltrepassare la parete est arrivando al primo tratto attrezzato sotto lo Spigolo dei Nasi (10 min). Superare una ripida rampa e poi scendere sul lato opposto scalando un salto sporgente con laiuto di pioli. Il sentiero costeggia ancora la parete est in mezzo al bosco fino ad un nuovo sbarramento: scendere con passi atletici nel Buco del Sambuco attrezzato con cavetto e sbucare nellampia conca della Sassaia. Attraversarla e risalire verso sinistra (cartelli) fino alla base di una serie di diedri attrezzati con pioli e cavo metallico (30 min dal piazzale). Salire le prime rocce terrose (II) per raggiungere il cavo metallico poi salire tutto il lungo diedro con passi atletici e faticosi (alcuni pioli aiutano in punti un po’ viscidi) fino ad un terrazzo sotto un masso imbragato. Spostarsi a destra lungo un secondo diedro chiuso da diversi strapiombi che si superano grazie ai pioli (libro delle firme) fino ad una scala che adduce alla sommità (110 m, 40 min – 1,00h dalla base).
Discesa: Seguire la traccia in salita verso sinistra, poi verso destra. Attraversare un lungo prato fino ad incontrare il sentiero principale che scende verso ovest, dapprima con un tratto attrezzato, poi dolcemente aggirando le pareti della pietra fino al Rifugio della Pietra ed all’Eremo (30 min. dall’uscita).

Dettagli tecnici
• Coordinatore di gita: Giovanni Viganò (cell. 393.9199784)
• Quota max raggiunta: 1047 m
• Dislivello: 170 m
• Ore di cammino: 1h 45m / 1h 15m (A/R)
• Difficoltà: EEA / PD
• Fatica: mf
• Equipaggiamento: Da escursionismo adeguato alla stagione, casco, imbrago, kit ferrata
• Mezzo di trasporto: pulmann
24 Set 2022, 9:48
CAI Sezione di Calco

17-24 settembre 2022 - Trekking sezionale sul vulcano Etna (CT) ... Leggi di piùLeggi di meno

18 Set 2022, 14:32
CAI Sezione di Calco

SAVE THE DATE: VENERDI’ 7 OTTOBRE ore 21,00

Il CAI Calco organizza un’interessante serata con il grande alpinista e amico GILDO AIROLDI che assieme a GIOVANNI CAPRA, autore del libro “Due cordate per una parete”, ci parlerà dell’epica impresa che lo portò, esattamente 60 anni fa insieme ad altri alpinisti - tra cui il nostro compianto Romano Perego - a conquistare come PRIMA ITALIANA la terribile parete nord dell’ EIGER.

La serata si terrà presso la sede sociale del CAI Calco in via Indipendenza 17
... Leggi di piùLeggi di meno

SAVE THE DATE: VENERDI’ 7 OTTOBRE ore 21,00

Il CAI Calco organizza un’interessante serata con il grande alpinista e amico GILDO AIROLDI che assieme a GIOVANNI CAPRA, autore del libro “Due cordate per una parete”, ci parlerà dell’epica impresa che lo portò, esattamente 60 anni fa insieme ad altri alpinisti - tra cui il nostro compianto Romano Perego -  a conquistare come PRIMA ITALIANA la terribile parete nord dell’ EIGER.

La serata si terrà presso la sede sociale del CAI Calco in via Indipendenza 17
18 Set 2022, 13:09
CAI Sezione di Calco

Il CAI Sezione di Calco è lieta di partecipare al RONCO BLOCCO – STREET BOULDER, iniziativa organizzata dall’amico Giovanni Vigano'.

Vi aspettiamo numerosi il 9 ottobre a Ronco Briantino (MB)
... Leggi di piùLeggi di meno

Il CAI Sezione di Calco è lieta di partecipare al RONCO BLOCCO – STREET BOULDER, iniziativa organizzata dall’amico Giovanni Vigano. 

Vi aspettiamo numerosi il 9 ottobre a Ronco Briantino (MB)
12 Set 2022, 18:06
CAI Sezione di Calco

TUTTICAI

Presentiamo questa interessante iniziativa nata dalla collaborazione di tutte le sezioni CAI del Lecchese e invitiamo tutti i nostri soci a partecipare in quanto importante momento di aggregazione del nostro sodalizio.

Save the date: 25 settembre 2022, Alpe di Esino

Tutti i dettagli nella locandina allegata, per info e adesioni presentarsi in sede al martedì e venerdì sera
... Leggi di piùLeggi di meno

TUTTICAI

Presentiamo questa interessante iniziativa nata dalla collaborazione di tutte le sezioni CAI del Lecchese e invitiamo tutti i nostri soci a partecipare in quanto importante momento di aggregazione del nostro sodalizio.

Save the date: 25 settembre 2022, Alpe di Esino

Tutti i dettagli nella locandina allegata, per info e adesioni presentarsi in sede al martedì e venerdì sera
Carica alti post
Assemblea Generale Ordinaria 2022

Assemblea Generale Ordinaria 2022

Come ogni anno la Sezione CAI indice l’Assemblea Ordinaria dei Soci per l’approvazione del Bilancio Consuntivo dell’anno precedente, di quello Preventivo e per il rinnovo di un terzo del consiglio direttivo. Viene pertanto indetta l’Assemblea Generale Ordinaria in...

Tesseramento e assicurazioni 2022

Tesseramento e assicurazioni 2022

Le iscrizioni si effettueranno presso la sede nei giorni e negli orari di apertura. Chi fosse impossibilitato a venire in sede può inviare mail a calco@cai.it. È possibile stipulare anche una polizza RC per attività individuale (incluso su pista da sci) al costo aggiuntivo di 12,50 € valida per il socio e per il nucleo familiare purché tutti regolarmente Soci per l’anno 2022.

Stage Ferrata 2022

Stage Ferrata 2022

La sezione di Calco del Club Alpino Italiano organizza per i soci uno stage per imparare ad affrontare le vie ferrate ed i sentieri attrezzati. Con via ferrata si intende l’insieme strutture e attrezzature fissate e/o realizzate artificialmente su una parete rocciosa per facilitarne la salita in sicurezza. Tale azione senza la presenza e l’utilizzo delle strutture artificiali, necessiterebbe della conoscenza e dell’impiego di tecniche di arrampicata in cordata con attrezzature individuali alpinistiche (chiodi da roccia, corde, moschettoni) o a corpo libero.

Gite sezionali

Calendario Gite Sezionali 2022

Calendario Gite Sezionali 2022

Ecco il nuovo calendario delle Gite Sezionali 2021! Pur nel periodo di incertezza che stiamo attraversando, abbiamo deciso di stilare ugualmente il programma delle escursioni sezionali per il 2021, con la ovvia avvertenza che, a causa della situazione pandemica, le varie uscite potranno subire modifiche, sospensioni, annullamenti, rinvii, di cui sarete tempestivamente informati tramite il nostro sito e la nostra pagina facebook.

16 ottobre 2022 – Pietra di Bismantova (via Ferrata)

16 ottobre 2022 – Pietra di Bismantova (via Ferrata)

La Pietra di Bismantova, montagna sacra e quasi magica, si presenta come un enorme scoglio roccioso arenaceo di particolarissima conformazione a massiccio isolato di tipo calcarenite miocenica, sulla cui sommità si stende un vasto pianoro erboso di 12 ettari. È tra i simboli più conosciuti e apprezzati del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano.

6 novembre 2022 – Pizzo Marona e Rifugio Pian Cavallone (Val Grande)

6 novembre 2022 – Pizzo Marona e Rifugio Pian Cavallone (Val Grande)

È considerato la meta più classica dell’escursionismo verbanese per la sua facile accessibilità, tramite comodi sentieri, da diversi paesi della Valle Intrasca (Miazzina, Intragna, Caprezzo). Posto su un declivio soleggiato, a oltre 1500 metri di quota, è uno dei più bei balconi con vista sul Lago Maggiore, sulle esclusive aree selvagge del Parco Nazionale della Val Grande, sulla catena del Monte Rosa e sulle Alpi svizzere. Vista del Monte Rosa dal Pian Cavallone.

Alpinismo Giovanile

I lunedì dell’AG

I lunedì dell’AG

Rivivi le serate culturali de “I lunedì dell’AG” organizzate dalla Commissione Centrale di Alpinismo Giovanile. Tutti i video sono disponibili su YouTube (link all’interno dell’articolo).

FAQ Cosa mettere nello zaino?

FAQ Cosa mettere nello zaino?

Si avvicina il momento di partire per l’escursione e dobbiamo capire bene cosa mettere nello zaino. Qui puoi trovare una comoda check-list che ti può aiutare… ma non esagerare!

FAQ Cosa mettere nello zaino?

FAQ Materiale e abbigliamento per la montagna

Ti sei appena iscritto a un corso di Alpinismo Giovanile e non sei mai andato in montagna? Qui puoi trovare alcuni consigli pratici sull’abbigliamento e l’attrezzatura per chi, come te, si approccia al mondo entusiasmante della montagna.

Gruppo Età d’Oro (GEO)

Calendario Escursioni 2022 Gruppo Età d’Oro (G.E.O.)

Calendario Escursioni 2022 Gruppo Età d’Oro (G.E.O.)

Ecco il nuovo calendario delle Escursioni 2022 del G EO!

23 febbraio Lago Palù (Valmalenco)

9 marzo Val Roseg (Engadina)

23 marzo Monte Cornagera e Monte Poieto (Valle Seriana)

6 aprile Monte Megna (Triangolo Lariano)

20 aprile Savogno (Val Bregaglia) 

4 maggio Monte Mao (Liguria) 

18 maggio Resegone (Prealpi Bergamasche) 

1 giugno Rifugio Bertacchi (Valle Spluga) 

15 giugno Rifugio delle Marmotte (Parco del Gran Paradiso) 

29 giugno Rifugio Papa (Pasubio)

13-14 luglio Tre Cime di Lavaredo (Dolomiti)

27 luglio Diavolezza (Engadina)

24 agosto Piz Chüern (Engadina) 

7 settembre Monte Baldo (Prealpi Gardesane Orientali)

21 settembre Monte Camino (Alpi Biellesi)

5 ottobre Langhe (Gita eno-gastronomica)

19 ottobre Lago Mufulèe e Rifugio Cristina (Valmalenco)

9 novembre Monte Legnoncino (Alpi Orobie)

23 novembre Cazzuolata finale