Escursionismo

T – Turistico. Tipo di percorso facile, segnalato, con poco dislivello, gene- ralmente sotto i 2000 mt. di altitudine.

E – Escursionistico. Tipo di percorso su sentieri e tracce su terreno vario, con possibili pendii ripidi, tratti nevosi. Sono necessari senso di orientamen- to, conoscenza del territorio ed equipaggiamento adeguato.

EE – Escursionisti Esperti. Tracce di terreno impervio, quote relativa- mente elevate, singoli passaggi rocciosi facili, tratti esposti. Necessari espe- rienza di montagna, passo sicuro, assenza di vertigini, preparazione sica.

EEA – Escursionisti Esperti con Attrezzatura Alpinistica. Vengono indicati i percorsi attrezzati con corde sse, catene o vie ferrate; devono essere affrontati con adeguata attrezzatura ed esperienza. Possesso di capacità alpinistiche.

EAI – Escursionismo in ambiente innevato.

 

Alpinismo

F – Facile. ugg outlet aurora albertville Salita senza particolari difficoltà su roccia (1°), è la forma più semplice di arrampicata, bisogna scegliere l’appoggio per i piedi e con le mani si utilizzano frequentemente gli appoggi, ma solo per equilibrio.

PD – Poco Difficile. Presenta qualche difficoltà alpinistica su roccia e neve, su neve/ghiaccio con pendii fino a 35° – 40°. Su roccia (2°) si richiede lo spostamento di un arto per volta e una corretta impostazione dei movimenti. Appigli e appoggi sono abbondanti.

AD – Abbastanza difficile. Difficoltà alpinistiche su roccia e ghiaccio, su neve/ghiaccio pendii fino a 40° – 50°, su roccia (3°), la struttura delle pareti è ripida o addirittura verticale, appigli e appoggi sono meno abbondanti e può richiedere talvolta l’uso della forza. I passaggi non sono ancora obbligati.

D – Difficile. Difficoltà alpinistiche su roccia e ghiaccio, su neve/ghiaccio, pendii fino a 50° – 70°, su roccia (4°) appigli e appoggi sono più rari e/o esigui, si richiede una buona tecnica e un certo grado di allenamento.

TD – Tremendamente Difficile. Forti difficoltà alpinistiche su roccia e ghiaccio, su ghiaccio pendii fino a 70° – 80°, su roccia (5°), appigli e appoggi sono rari ed esigui, l’arrampicata richiede tecnica e/o impegno muscolare. È necessario normalmente l’esame preventivo del passaggio.

ED – Estremamente Difficile. Difficoltà alpinistiche estreme su roccia e ghiaccio, ugg outlet atlanta ga a roma su ghiaccio e pendii fino al 90°, su roccia (6° e 7°…) appigli e appoggi sono esigui e disposti in modo da richiedere una combinazione particolare di movimenti ben studiati. La struttura rocciosa può costringere a una arrampicata molto delicata in aderenza o decisamente faticosa su strapiombo. Necessita di allenamento e notevole forza nelle braccia e nelle mani. Nel caso di salite su misto di solito si indica il livello massimo su ghiaccio accompagnato dal grado di difficoltà massimo dei passaggi di roccia. Sono previsti inoltre livelli intermedi di difficoltà con segni + o -.

 

Vie Ferrate

F – Facile. Ferrata poco esposta, poco impegnativa con lunghi tratti di sentiero. Sono percorsi ideali per escursionisti che vogliono avvicinarsi al mondo dei sentieri attrezzati.

MD – Media Difficoltà. Ferrata anche lunga ed esposta, ma poco di forza e sempre facilitata dagli in fissi posti su di essa. Percorsi per escursionisti, da effettuarsi ben allenati ed equipaggiati.

D – Difficile. Ferrata che supera qualche breve strapiombo, con passaggi atletici, vuoto continuo. Sono percorsi per escursionisti esperti, con buona esperienza, da effettuarsi ben allenati ed equipaggiati.

TD – Molto Difficile. Ferrata con passaggi molto acrobatici, tecnici, che richiede forza nelle braccia ed assoluta mancanza di vertigini. nfl jerseys reddit for sale near me 2 Percorsi riservati esclusivamente ad escursionisti molto esperti, in possesso anche di conoscenze ed esperienze alpinistiche.

ED – Estremamente Difficile. A volte riferito ad un solo passaggio volutamente creato ad arte per impegnare sopra ogni immaginazione il frequentatore. In questo caso vi è un segnale di pericolo prima di intraprendere il passaggio o comunque vi è sempre la possibilità di un passaggio alternativo.

 

Scale di fatica

(nf) Non Faticoso

(mf) Mediamente Faticoso

(f) Faticoso

 

Scala di difficoltà per ciaspolate

Grado Terreno

WT1 Escursione facile con racchette

< 25°. Nell’insieme piatto o poco pendente. Non ci sono pendii ripidi nelle immediate vicinanze

WT2 Escursione con racchette

< 25°. Nell’insieme piatto o poco pendente. Pendii ripidi nelle immediate vicinanze

WT3 Escursione impegnativa con racchette

< 30°. Nell’insieme poco o moderatamente pendente. Brevi passaggi ripidi

WT4 Itinerario alpino con racchette

< 30°. Moderatamente pendente. Brevi passaggi ripidi e/o traversate di versanti, parzialmente co- sparsi di roccette. Ghiacciaio povero di crepacci

WT5 Itinerario alpino impegnativo con racchette

< 35°. Ripido. Brevi passaggi ripidi e/o traversa- te di versanti e/o passaggi rocciosi. Ghiacciaio

WT6 Itinerario alpino dif cile
con racchette