Gruppo Età d'Oro 2021

I laghi di Deleguaggio (o Deleguaccio) sono gli unici laghi della Val Varrone, e sono nascosti in splendidi ripiani glaciali ai piedi dei giganti del crinale che la separa dalla Val Lesina, cioè della Cima del Cortese e del Pizzo Alto. Il loro nome rimanda alla voce dialettale “deleguàs”, cioè “sciogliersi”, e si riferisce allo sciogliemento dei nevai che li circondano su tre lati e li alimentano. Entrambi, infatti, sono posti in ripiano che solo sul lato occidentale si aprono al versante a valle, quindi in conche isolate, chiuse, ma non tetre. Vi si respira un’aria di alta montagna che non è frequente ritrovare nella catena orobica occidentale.
La via normale di salita per visitarli parte da Premana e dai suoi alpeggi (Premaniga, Deleguaggio). Dal versante di Val Lesina la traversata è più complicata e richiede sicura esperienza escursionistica, oltre che condizioni ideali di terreno e di visibilità.

Itinerario

L’escursione parte da Premana lasciando l’auto nel parcheggio a due piani subito dopo la fabbrica della Camp. Si imbocca poco prima del parcheggio una mulattiera con indicazione per Alpe Deleguaccio. Il sentiero si presenta subito in salita costante e in circa 2 ore e 700 m di dislivello supera le baite di Gorla, Zucco e Gianello per portare all’Alpe Deleguaccio (1660 m). Ora in direzione Nord-Est ci si lascia alle spalle l’alpeggio e si segue per tornanti il sentiero che in circa un’ora raggiunge il primo lago. Il Lago di Sotto sorge in una conca rocciosa a quota 2100 m ed è di per sé un buon punto per riposarsi se non di arrivo.
Se si vuole invece proseguire si può continuare tenendo sulla destra il lago per sfasciumi fino ad un canalino. Questa seconda parte è più difficile e occorre buon allenamento. Si percorre il canale aiutandosi con le catene, facendo molta attenzione per via dell’esposizione. In mezz’ora si guadagna la conca del Lago di Sopra (2238 m). Per osservare il lago dall’alto si può proseguire ulteriormente seguendo l’indicazione per il Pizzo Alto che punta verso una vicina sella a quota 2411 metri.
Dalla sella si gode di un panorama insolito sul Monte Legnone visto dalla cresta Est oltre che sulla bassa Valtellina e le montagne a confine tra Valvarrone e le valli bergamasche.

Dettagli tecnici

  • Coordinatore di gita: Vittorio Ravasio (Cell. 333.6406308, e-mail: vittorio.r2004@libero.it)
  • Collaboratori: Valter Magni
  • Luogo di ritrovo: parcheggio presso il cimitero di Calco
  • Orario di partenza: 6:30
  • Punto di partenza: Premuna (960 m)
  • Punto di arrivo: Lago di Sotto (2090 m) – Lago di Sopra (2238 m)
  • Quota max raggiunta: 2100 m (Lago di Sotto)
  • Dislivello: 1130 m / – 1130 m
  • Ore di cammino: 3h 30m / 3h (A/R)
  • Difficoltà: E
  • Fatica: f
  • Equipaggiamento: Da escursionismo adeguato alla stagione
  • Mezzo di trasporto: Auto
  • Pranzo: Al sacco
  • Cartografia: Kompass 1:50000 n° 105 “Lecco – Valle Brembana”
  • Mappa online: OpenTopoMap

I partecipanti si impegnano a rispettare gli orari e ogni disposizione data dal coordinatore di gita e dai suoi collaboratori, adeguandosi alle loro indicazioni.

È obbligatoria la mascherina e il disinfettante per le mani


SOCI CAI: da definire € / NON SOCI: da definire € + 8€ per quota assicurativa

INFORMAZIONI