Gite sezionali 2020

La prima costruzione del Rifugio Gastaldi, edificata in località Crot del Ciaussiné, risale al 1880 e constava allora di un solo ambiente. Nei venti anni successivi fu più volte ampliata. Un nuovo rifugio venne inaugurato il 2 settembre 1904. Dopo soli quattro anni il nuovo rifugio fu distrutto da un incendio. Ricostruito come prima venne inaugurato nuovamente due anni dopo e ampliato nel 1930. Durante la Resistenza servì da base per i partigiani e durante gli scontri dell’ottobre 1944 con le forze naziste venne incendiato e distrutto. Così, sebbene notevolmente danneggiato l’ormai vetusto vecchio rifugio riprese la sua insostituibile funzione gestito dalla leggendaria guida Giuseppe Ferro Famil detto “Vulpòt”. Tale periodo durò fino al 26 luglio 1970, giorno dell’inaugurazione del ricostruito Nuovo Rifugio, il quale attraverso molteplici innovazioni tecnologiche prosegue tuttoggi la sua storia.

Itinerario

Testo

Dal parcheggio sotto il Rifugio Città di Ciriè (1813 m), si imbocca il Sentiero n° 223, che con una serie di agevoli tornanti ci conduce al Pian del Gias, qui imboccando il Sentiero n° 224 che gira a sinistra, attraversando una serie di nevai, si raggiunge il Rifugio Gastaldi (2659 m), dove si pernotterà. 

Si riparte lungo il Sentiero n° 122 che scende verso sud, fino a raggiungere il Collarin d’Arnas (2851 m). Si prosegue verso sud e scendendo lungo una pietraia si arriva al Lago della Rossa (2691 m). All’altezza di una cascatella si risale un facile pendio che porterà al punto più alto della nostra escursione il Colle dell’Altare (2903 m). Seguendo il canale si arriva al Rifugio Cibrario (2616 m).

Qui dopo una meritata sosta si riparte lungo il Sentiero n° 122A verso il Lago della Torre e di nuovo al Lago della Rossa. Qui si imboccha il Sentiero n° 119,  che con una serie di saliscendi porta al Passo delle Mangioire             (2765 m). Lungo una stretta gola sul Sentiero n° 218, si arriva di nuovo al pian della Mussa.

Dettagli tecnici

  • Coordinatore di gita: Giancarlo Brivio (cell. 333.3132171 / e-mail:  g.carlo1@alice.it)
  • Collaboratori: Marco Riva
  • Luogo di ritrovo: parcheggio presso Sede CAI Via Indipendenza, 17 Calco
  • Orario di partenza: da definire
  • 1° giorno – Punto di partenza: Pian della Mussa (1813 m)
  • 1° giorno – Punto di arrivo: Rifugio Gastaldi (2659 m)
  • 1° giorno – Quota max raggiunta: 2659 m (Rifugio Gastaldi)
  • 1° giorno – Dislivello: 846 m
  • 1° giorno – Ore di cammino: 3h
  • 2° giorno – Punto di partenza: Rifugio Gastaldi (2659 m)
  • 2° giorno – Punto di arrivo: Pian della Mussa (1813 m) 
  • 2° giorno – Quota max raggiunta: 2903 m (Colle dell’Altare)
  • 2° giorno – Dislivello: 700 m / – 1446 m
  • 2° giorno – Ore di cammino: 9h
  • Difficoltà: EE
  • Fatica: f
  • Equipaggiamento: Alta montagna, ramponi, ghette
  • Mezzo di trasporto: Auto (NB1)
  • Pranzo: Mezza pensione
  • Cartografia: Alpes Sans Frontiers 1:25000 n° 13 “Mont-Cenis – Ciamarella”
  • Mappa online: OpenTopoMap

I partecipanti si impegnano a rispettare gli orari e ogni disposizione data dal coordinatore di gita e dai suoi collaboratori, adeguandosi alle loro indicazioni.

NB1: Nel caso il numero di partecipanti alla gita raggiungesse i 20 iscritti, la gita verrà effettuata con il pullman.

SOCI CAI: da definire € / NON SOCI: da definire €

AGEVOLAZIONI per i Soci C.A.I. della Sezione di Calco:

  • sconto 50% sul costo del trasporto per i nati dal 1995 al 2013 per studenti e/o non lavoratori.
  • sconto 50% sul costo del trasporto per l’intero nucleo famigliare se composto da entrambi i genitori più almeno un figlio studente e/o non lavoratore nato dal 1995 al 2013.

INFORMAZIONI: in sede, martedì e venerdì ore 21.00-23.00 – Tel. 039.9910791info@caicalco.it