Gruppo Età d'Oro 2019

Itinerario e dettagli tecnici

Note e cenni storici

Escursione semplice ma che consente di visitare un angolo nascosto della Val Taleggio. Punti di interesse della camminata sono senz’altro cascatelle lungo il corso del fiume Enna ed i bellissimi ambienti montani, ricchi di colore e storia alpestre. Per secoli questo scenario accompagnò i mandriani ed i pastori diretti agli alpeggi di boscaioli e contrabbandieri. Dal quattrocento all’età’ napoleonica la zona fu segnata infatti dal confine tra la repubblica Veneta ed il ducato di Milano, stati assai spesso in contesa fra di loro

Itinerario

Si parte da Olda presso il ponte del Lavina. Da qui, zigzagando fra una riva e l’altra del fiume per mezzo di quattro ponticelli (6-7km), si prosegue nel fondo di una valle angusta ma non uggiosa, dominati sulla destra dalle guglie del Resegone e sulla sinistra dal declivio dirupato della Corna dei Boldes  di rimpetto alla quale nasce l’Enna. La sorgente è in una grotta alta sulla costa rocciosa. L’acqua precipita e si mescola con quella del pescoso ruscello Remola che qui perde la sua identità. Alla confluenza la candida cascata da infatti nome allo spumeggiante tronco iniziale del torrente Fiumelatte. Proseguendo si giunge al paese di Morterone (1090 mt 34 abitanti secondo comune d’Italia). Per strada agro silvo pastorale si sale allo Zuc de Valbona (1546 mt punto più alto della escursione). Sotto la cima una bella baita con splendida veduta del Resegone e di Fuipiano. Si continua in discesa per il passo Grassello (1390 mt) e per sentiero giungiamo allo splendido spiazzo erboso della frazione Piazzoli (1144 mt). Per strada agro silvo pastorale si ritorna al ponte di Lavina (650 mt).

  • Coordinatore di gita: Lumassi Fabrizio (cell. 347.2524661, e-mail: willy.lina@virgilio.it)
  • Collaboratori: Biella Mario, Mozzanica Piergiorgio
  • Luogo di ritrovo: parcheggio presso Sede CAI Via Indipendenza, 17 Calco
  • Mezzo di trasporto: auto
  • Orario di partenza: ore 6.30
  • Punto di partenza: Olda (Ponte del Lavina
  • Punto di arrivo: Olda (Ponte del Lavina
  • Quota max raggiunta: m. 1546 (Zuc de Valbona)
  • Dislivello: m. 900
  • Ore di cammino: 6-7
  • Difficoltà: E
  • Fatica: mf
  • Abbigliamento: di media quota
  • Pranzo: al sacco

I partecipanti si impegnano a rispettare gli orari e ogni disposizione data dal coordinatore di gita e dai suoi collaboratori, adeguandosi alle loro indicazioni.

SOCI CAI: da definire € / NON SOCI: da definire €

INFORMAZIONI: in sede, martedì e venerdì ore 21.00-23.00 – Tel. 039.9910791info@caicalco.it