Alpinismo Giovanile Attività e corso 2019

Data: 5 maggio
Ritrovo: alle ore 6:30 presso la Sede C.A.I.
Equipaggiamento: da media montagna, kit ferrata
Pranzo: al sacco
Località: Valchiavenna, Alpi Retiche Occidentali
Carta: Kompass n. 92
Rientro previsto: alle ore 18:30 circa

Descrizione dell’escursione

Da Via alla Chiesa di Loreto si sale lungo la mulattiera storica fino al villaggio di Pianazzola. Si attraversa l’abitato fino al parcheggio e seguendo le indicazioni su sentiero si raggiunge il percorso attrezzato, la Ferrata Biasini al Sench di Dalò, che porta fino all’Alpe Dalò. Il percorso è il vecchio sentiero che da Chiavenna portava all’alpeggio e si ricongiunge poco sotto i prati con l’uscita dell’altra ferrata (Pasini), per arrivare al punto panoramico della croce di Dalò. Per i più volenterosi con un breve percorso su sentiero si raggiunge il caratteristico alpeggio di Lagunc.
Il ritorno avviene lungo lo stesso percorso.

Osservazioni

Escursione molto interessante che segue i vecchi percorsi attraverso il Sench di Dalò. Il percorso è molto panoramico e si possono ammirare le opere realizzate dai chiavennaschi per raggiungere l’alpe Dalò o il Lagunc.
Dalla croce di Dalò si gode uno stupendo panorama sulla Val Chiavenna, Val Bregaglia e Valle Spuga.
La Valchiavenna si trova incastonata nelle Alpi, circa al centro della catena montuosa, tra le Alpi Lepontine e le Alpi Retiche occidentali. Divide così le Alpi Occidentali dalle Alpi Orientali. Ha un andamento verticale, diversamente dalla direzione del crinale alpino. La sua conformazione è dovuta all’azione dei ghiacciai alpini dell’età antica.
È una regione alpina attraversata dai fiumi Liro e Mera. Compone, insieme alla Valtellina e ai territori della Val di Lei e di Livigno, la provincia di Sondrio. Si trova nella regione Lombardia, a nord del Lago di Como. La forma della Valchiavenna si può paragonare a una “Y”, divisibile in tre zone:

  • la prima è la zona principale (Bassa Valchiavenna) che si incontra imboccando la valle da sud e che va dal trivio di Fuentes, sopra Colico, a Chiavenna, comprendendo il Piano di Chiavenna e monti e valli adiacenti. Questa è, correttamente parlando, la Valchiavenna vera e propria;
  • la seconda è la sua continuazione occidentale, la Valle Spluga (o Val San Giacomo), che parte da Chiavenna e termina al Passo dello Spluga;
  • la terza è la sua continuazione orientale, la Val Bregaglia (conosciuta anche come Valle della Mera), che da Chiavenna porta al confine Italia-Svizzera e poi si conclude al Passo del Maloja.