Gite sezionali 2019

“Pizzo Bello” fino a pochi secoli fa era il nome attribuito al Monte Disgrazia, il toponimo è stato poi riportato a questa panoramica vetta, che si trova esattamente a metà strada fra il Disgrazia e il paese di Berbenno. I panorami che si possono ammirare dal versante sud, sede del nostro itinerario, sono tanto ariosi quanto inconsueti. L’ambiente che percorreremo è ricco delle antiche tracce di un lavoro che oggi l’uomo della valle non concepisce ormai più. Lungo la ripida costiera che divide il profondo solco della valle dalle vette glaciali che fanno da spartiacque con la Svizzera, e dalla quale si godono vedute superbe, si incontra l’antico alpeggio abbandonato di Vignone, che merita sicuramente una visita. Ciò che si ammira poi dalla vetta è un sorprendente e inconsueto panorama sul gruppo Corni Bruciati – Monte Disgrazia e sul poco conosciuto versante W del Pizzo Cassandra. La salita è abbastanza facile (EE), oltre la spalla bisogna comunque superare con prudenza pochi metri di cresta affilata, prima del breve risalto della vetta.

Itinerario

Da Berbenno (m. 200) si sale in auto verso Monastero tramite una non poco tortuosa stradina, fino a giungere nei pressi di Prato Maslino, località di per sé già molto panoramica. Poche centinaia di metri prima di arrivarci, si imbocca sulla sinistra una sterrata che termina proprio all’inizio del comodo sentiero (m. 1.650) che si inoltra pianeggiante nel fitto bosco. Dopo un lungo mezzacosta, il sentiero esce dal bosco in prossimità dei ripidi prati dell’Alpe Vignone (m. 1.850), dove la vista si apre sulla parte inferiore della Valtellina. Aggirandosi tra i resti di vecchie baite si sale ripidi a superare la baita Forno (m. 2.000 – 1 ora circa dalla partenza) e, ormai fuori dall’alpeggio, lasciando sulla destra un evidente sperone, si raggiunge il colle Baric (m. 2.261 – 45 min circa da baita Forno), da dove la vista si apre su di una magnifica valle chiusa tra la cresta del Poggio del Cavallo (m. 2.557) sulla destra e la Cima di Vignone (m. 2.608). Da qui il Pizzo Bello non si vede ancora, ma il percorso è ormai breve nonché spettacolare: piegando a sinistra si sale a raggiungere la cresta sud della Cima del Vignone (m. 2.510 – 45 min. circa dal Colle Baric), dopo di che, sulla destra e con panoramico percorso, seguendo i segnavia CAI bianco-rossi, si percorre la dorsale fino a pervenire abbastanza velocemente alla cima del Pizzo Bello (m. 2.743 – 3 ore circa dalla partenza). Da qui gli orizzonti si aprono verso Nord e si fanno grandiosi: oltre il Passo di Scermendone, passaggio tra le valli di Postaleggio e di Preda Rossa, si innalzano i Corni Bruciati che fanno da contraltare alla stupenda mole del Disgrazia. Verso Sud lo sguardo abbraccia invece buona parte della Valtellina e delle Orobie fino al Lago di Como. La discesa avviene per lo stesso itinerario della salita.

Dettagli tecnici

  • Coordinatore di gita: Matteo Fumagalli
  • Collaboratori: da definire
  • Luogo di ritrovo: parcheggio presso Sede CAI Via Indipendenza, 17 Calco
  • Orario di partenza: da definire
  • Punto di partenza: Prato Maslino frazione di Berbenno (1650 m)
  • Punto di arrivo: Pizzo Bello (2743 m)
  • Quota max raggiunta: 2743 m (Pizzo Bello)
  • Dislivello: 1093 m
  • Ore di cammino: 3h 30m / 2h 30m (A/R)
  • Difficoltà: EE
  • Fatica: f
  • Equipaggiamento: Media montagna
  • Mezzo di trasporto: auto (Nel caso il numero di partecipanti alla gita raggiungesse i 20 iscritti, la gita verrà effettuata con il pullman).
  • Pranzo: al sacco
  • Cartografia: Kompass 1:50000 n° 93 “ Bernina – Sondrio”

I partecipanti si impegnano a rispettare gli orari e ogni disposizione data dal coordinatore di gita e dai suoi collaboratori, adeguandosi alle loro indicazioni.

SOCI CAI: da definire € / NON SOCI: da definire €

AGEVOLAZIONI per i Soci C.A.I. della Sezione di Calco:

  • sconto 50% sul costo del trasporto per i nati dal 1994 al 2012 per studenti e/o non lavoratori.
  • sconto 50% sul costo del trasporto per l’intero nucleo famigliare se composto da entrambi i genitori più almeno un figlio studente e/o non lavoratore nato dal 1994 al 2012.

INFORMAZIONI: in sede, martedì e venerdì ore 21.00-23.00 – Tel. 039.9910791info@caicalco.it