Gite sezionali 2019

Il Monte Aga è una rocciosa vetta posta sulla verticale del Lago del Diavolo, in alta Val Brembana.  Questa cima segna un po’ l’inizio di un cambiamento nello skyline delle Alpi Orobie: infatti partendo da Ovest e fino a questo punto le vette, e complessivamente tutto l’ambiente montano, hanno profili poco arditi dove ampi pascoli dominano la scena fin sullo spartiacque con la Valtellina. Poche e non molto accentuate sono le cime rocciose, che si concentrano in particolare nel nodo montuoso del Pizzo dei Tre Signori. Dal Monte Aga le cose cambiano e la catena orobica inizia a mostrare un aspetto decisamente più alpino e grandioso. La salita alla vetta non presenta particolari difficoltà, ma occorre prestare attenzione sull’affilata cresta a pochi metri dalla vetta. Lungo il tratto finale è facile incontrare molti animali quali camosci, stambecchi e l’aquila reale.

Itinerario

Da Carona (m. 1.130) si imbocca la carrareccia in direzione del Rifugio Longo. Passando per il suggestivo villaggio di Pagliari e per l’incantevole cascata della Val Sambuzza, si continua a seguire la monotona stradina, sino a raggiungere una casa abbandonata dove la carrareccia gira decisamente a destra (m. 1.600). In questo punto è possibile prendere una deviazione lungo un sentiero sulla sinistra, che andrà a ricollegarsi alla stradina principale nell’ultimo tratto prima di arrivare al Rifugio Longo. Giunti al rifugio (m. 2.026), si continua sino allo sbarramento del Lago del Diavolo. Procedendo ora verso sinistra per ripido pascolo ci si collega in breve al sentiero n° 253 che punta verso nord, in direzione del Passo di Cigola. Prima di raggiungere questo valico, si devia a destra (frecce e bolli bianco-rossi) all’interno del vallone di detriti e affioramenti rocciosi compreso tra fra la cresta nord-ovest dell’anticima settentrionale dell’Aga e il parallelo crestone principale della montagna. Risalito questo vallone con un po’ di fatica, sempre seguendo vaghe tracce e i bolli segnaletici, si raggiunge la cresta tra l’anticima e la vetta vera e propria. Da qui si prosegue con molta cautela verso destra, prestando attenzione a dove mettere i piedi in quanto tale cresta è abbastanza affilata, fino a raggiungere in pochi minuti la vetta contrassegnata da un piccolo manufatto (m. 2.720. Da qui il panorama a 360° è stupendo: dalle prospicienti Alpi Retiche, alla maestosità del vicino Diavolo di Tenda, fino ai selvaggi e remoti angoli del versante valtellinese che si aprono sotto i nostri piedi. La discesa può essere effettuata dallo stesso percorso della salita oppure prendendo una traccia lungo la ripida cresta meridionale, fino a giungere ad un’ampia e profonda sella (m. 2.427) da cui, spostandosi verso destra, ci si porta sotto la parete meridionale dell’Aga, per poi attraversare a mezza costa i ghiaioni ai suoi piedi. Arrivati da qui sopra il Lago del Diavolo, tenendosi una cinquantina di metri sopra di esso, si piega verso sud per ricollegarsi alla mulattiera che in breve riporterà al Rifugio Longo.

Dettagli tecnici

  • Coordinatore di gita: Matteo Fumagalli
  • Collaboratori: da definire
  • Luogo di ritrovo: parcheggio presso Sede CAI Via Indipendenza, 17 Calco
  • Orario di partenza: da definire
  • Punto di partenza: Carona località Pagliari (1250 m)
  • Punto di arrivo: Monte Aga (2720 m)
  • Quota max raggiunta: 2720 m (Monte Aga)
  • Dislivello: 1470 m
  • Ore di cammino: 4h 30m / 3h 30m (A/R)
  • Difficoltà: EE
  • Fatica: f
  • Equipaggiamento: media montagna, ramponi, ghette
  • Mezzo di trasporto: auto (Nel caso il numero di partecipanti alla gita raggiungesse i 20 iscritti, la gita verrà effettuata con il pullman).
  • Pranzo: al sacco
  • Cartografia: Kompass 1:50000 n° 104 “Foppolo – Valle Seriana”

I partecipanti si impegnano a rispettare gli orari e ogni disposizione data dal coordinatore di gita e dai suoi collaboratori, adeguandosi alle loro indicazioni.

SOCI CAI: da definire € / NON SOCI: da definire €

AGEVOLAZIONI per i Soci C.A.I. della Sezione di Calco:

  • sconto 50% sul costo del trasporto per i nati dal 1994 al 2012 per studenti e/o non lavoratori.
  • sconto 50% sul costo del trasporto per l’intero nucleo famigliare se composto da entrambi i genitori più almeno un figlio studente e/o non lavoratore nato dal 1994 al 2012.

INFORMAZIONI: in sede, martedì e venerdì ore 21.00-23.00 – Tel. 039.9910791info@caicalco.it