Alpinismo Giovanile Corso BASE 2018

L’itinerario porta alla scoperta di questi due tipici borghi, insediamenti risalenti fino al XV secolo, ma oggi purtroppo disabitati; hanno origini medievali e conservano ancora interessanti forme di architettura rurale, con bellissimi e lavorati portoni in legno e mura in pietra; erano punto di transito obbligato per quanti si recavano a Coira, capitale delle Tre Leghe Grigie, in Svizzera.
Si incontrano le splendide Cascate dell’Acqua Fraggia, “monumento naturale” famoso per le numerose balze che fanno compiere all’acqua un dislivello di 1800 metri dal Pizzo Lago, e impressionarono persino Leonardo Da Vinci, che le descrisse nel “Codice Atlantico”.

  • Ritrovo: alle ore 6:30 presso la Sede C.A.I.
  • Equipaggiamento: da escursionismo leggero
  • Pranzo: al sacco
  • Località: Valchiavenna, SO
  • Carta: Kompass n. 92
  • Rientro previsto: alle ore 19:00 circa

Descrizione dell’escursione

Da Villa di Chiavenna (loc. Motta) si imbocca il sentiero B23, che tra alti muri a secco e con percorso quasi sempre pianeggiante nel bosco, porta in circa un’ora al caratteristico paese di Savogno. Si supera il ponte sul torrente dell’Acqua Fraggia e per una mulattiera si perviene al paese di Dasile. Ritornati a Savogno si discende il sentiero panoramico dell’Acqua Fraggia fino alle case di Serlone e a Borgonuovo di Piuro.